Chi compete nei videogiochi è più in salute di chi non lo fa, dice uno studio